Ray Ban 2027

Condition: Very Good. No Jacket. 482 p. Quando finalmente Jean scoprirà l’identità dell’assassino, anche le sue paure e le sue ossessioni verranno alla luce. Finché una tempesta non sconvolgerà definitivamente la sua vita. Fisico, sensuale, intrigante.

Ancora, i detrattori, sempre riconoscendo le doti comiche del nostro comico, hanno voluto lanciarsi in alcuni paragoni chiamando in causa i soliti nomi da Sordi in giù (mai in su), fino a Totò, certo stabilendo ordini di grandezza necessariamente diversi. Ancora, si è avuto da ridire sulla coerenza e verosimiglianza narrativa, cercando una logica tra eventi presunti connessi e scoperti sconnessi, e sulla tenuta del corpo attori, quelli di spalla, ritenuti sfumati di fronte al giganteggiare del personaggio Zalone. Queste sono in breve alcune delle critiche.

Poi si lascia andare: “Se c’avessimo tutto approvato, nessuno più a rompere i coglioni. Potrei pure fare il fuggiasco, alla fine”. Marcello De Vito non risulta indagato.. Anche l’esperienza della marina, che dura cinque anni, è travagliata: trascorre undici mesi complessivi in prigione per indisciplina. Al rientro in Francia, deve affrontare le difficoltà economiche: prova a mantenersi a Parigi svolgendo ogni genere di lavoro, dal facchino al commesso, passando per il cameriere, entrando in contatto con gli ambienti notturni che gravitano attorno ai quartieri di Halles e Montmartre. Proprio qui incontra l’attrice Brigitte Auber, che lo introduce al mondo del cinema.

Nel 2003, sorprende il fratello Heath Ledger darsi alla macchia in Ned Kelly e serve caffè nella Dublino proletaria di Intermission. Nel 2005, tenta con la complicità del nonno cieco Morgan Freeman di salvare dalla “cattività” Danny the Dog alias Jet Li. Inoltre, indossa la drappegiata tunica di Ottavia, consorte di Marco Antonio, nella serie tv storica Roma.

Infine, dopo Balordi Co. Società per losche azioni capitale interamente rubato $ 1.000.000 (1976) con Michael Caine e qualche episodio del serial Agenzia Rockford (1976), si trova a vestire i panni del fratello di Robert Blake nel telefilm Baretta, anche se, senza alcun dubbio, il ruolo che gli ha portato più notorietà è quello di Paulie, migliore amico e cognato di Rocky (Sylvester Stallone) negli omonimi film, che gli varranno non solo una nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista, ma anche ai Razzie Award nella stessa categoria (ovviamente come peggior attore non protagonista!).Particolarmente importante nella sua carriera, la collaborazione con un altro regista Robert Aldrich che lo dirigerà in molti film, ma solo in uno Burt Young è degno di lode: Ultimi bagliori di un crepuscolo (1977) con Burt Lancaster.Con gli Ottanta, si appresa a recitare accanto a Jon Voight ne Cercando di uscire (1982) e a essere diretto dal nostro grande Sergio Leone ne C’era una volta in America (1984) sul quale set ritroverà Robert De Niro. Si faranno più numerose anche le sue partecipazioni televisive, soprattutto telefilm con Miami Vice (1984), Un giustiziere a New York (1985) e Alfred Hitichcock presenta (1986), ma rimarrà sempre legato al cinema in una maniera veramente speciale: Legami di sangue (1989) con Dennis Hopper, Aspetta primavera, Bandini (1989) con la Dunaway, Il matrimonio di Betsy (1990), Il campione di Beverly Hills (1990) e La ragazza dello slum (1990).Rilevantissima nella sua carriera anche un “periodo italiano”.