Ray Ban 4098

Dopo la laurea, conseguita nel 1991, Owen si fa trascinare dalla spasmodica passione per il cinema e stila con il cineasta di Houston la screenplay del corto Bottle Racket.Lo script dell’opera in bianconero interpretata da Owen e il fratello Luke passa per le mani di alcuni produttori importanti e, nel 1996, diviene un lungometraggio intitolato: Un colpo da dilettanti. La pellicola sbarca a Hollywood e vede come protagonisti (oltre al grande James Caan) i tre Wilson Brothers. Nella città dei sogni, conosce il futuro compare Ben Stiller, il quale lo dirige in Il rompiscatole: la coppia gira insieme esattamente nove film.

He allegedly coined the term around 1958. Therein is the book Achilles heel. The accompanying text is more celebratory than explanatory. Dr. Brown promotes child advocacy on the legislative committee for the Texas Pediatric Society, the communications council for the American Academy of Pediatrics, and advisor to the Texas Medical Association Be Wise Immunize program. She was awarded Outstanding Young Professional by her university alumni association and the prestigious Profiles in Power Award by the Austin Business Journal for her service to the community.

Accanto a lei recitano John C. Reilly e Ezra Miller, per la regia di Lynne Ramsay. Nel 2012 è nel film di Wes Anderson Moonrise Kingdom, col quale tornerà a lavorare anche in The Grand Budapest Hotel (2014), e nel 2013 torna a lavorare per Jarmusch in Only Lovers Left Alive.

Sarebbe facile individuare in lui un prodotto di questa società e della mancanza di guide (non un’istruzione canonica ma solo nozioni imparate autonomamente e non un superiore che lo guidi nell’apprendere il mestiere), una strada che Lo sciacallo (scritto ma anche diretto da Dan Gilroy) non disdegna di battere, tuttavia è anche il percorso più ordinario per un film che a tratti dimostra di voler essere qualcosa di più. C’è un senso di profonda vacuità nelle strade deserte in cui non si incontra nessuno se non criminali e polizia, una sete di umanità profonda negli occhi spietati del protagonista, una che mette in secondo piano anche tutta quella parte di intreccio che coinvolge il network televisivo. Lentamente importa sempre meno se Louis possa o no arrivare ai vertici della sua scalata e sempre di più in quale mondo si muova..

Attore teatrale e cinematografico boemo che ha visto la sua carriera infittirsi di titoli solo a partire dal Duemila grazie all’intenso film italiano di Silvio Soldini Brucio nel vento, da allora a ogni sua apparizione davanti all’obiettivo ruba la scena e l’attenzione del pubblico. Un capolavoro umano di recitazione che rielabora il personaggio che interpreta a partire dall’ispirazione che questo gli suscita. Fisico e viso inquietante, ma dentro quegli occhi una profondità che scava nella filosofia e nell’identità di un ruolo serrato.

Lascia un commento